Cose che sto imparando #5 La pelle vuole gentilezza

Rispondo con questo post alle tante domande o richieste di consigli che mi vengono chiesti.
Io non sono nessuno, metto solo a disposizione degli altri quelle due o tre cose che ho imparato sulla mia pelle, sperando che possano essere utili.
Per le diagnosi, esistono i medici, non chi scrive qualche post in un blog;-)
Detto questo, sui social, soprattutto nei gruppi, mi capita spesso di interagire con molte giovani donne che hanno problemi di pelle nonostante il famoso "passaggio all'ecobio" che oramai sembra il rito iniziatico verso la risoluzione di tutti i problemi e che invece alle volte può diventare esso stesso un problema.


Mi spiego meglio:
- se si continua ad usare trucchi siliconici, soprattutto fondotinta/fard/terra (cioè quelli che stanno sul 99% della faccia per praticamente 12 h al giorno) è inutile poi usare prodotti naturali per detergere e idratare.
- non tutto quello che è naturale può fare al caso vostro, sia perché magari usate un prodotto per pelle grassa quando invece la vostra pelle non lo è ma vive solo un periodo di confusione, sia perché potreste essere allergica a qualche componente: vuoi un olio essenziale, l'alcool o perfino l'aloe (conobbi addirittura un'erborista che si era scoperta allergica alla camomilla!).
- se l'atteggiamento resta lo stesso di quando compravate altri tipi di prodotto, il risultato non cambia, cioè non è che ingozzando la pelle di più prodotti, o cambiando in continuazione creme e routine viso in cerca del prodotto miracoloso, le farete del bene. 

Con la mania della cosmesi e dell'acquisto non si scherza: se alla pelle date troppi prodotti, riceve troppi messaggi diversi e non sa più come reagire. Faccio un esempio: credete di avere la pelle grassa, iniziate ad usare linee per pelli grasse, scrub, maschere astringenti, allora poi vi accorgete di avere le pellicine perché ovviamente avete praticamente massacrato il vostro film idrolipidico, allora iniziate ad usare poi creme idratanti e nutrienti. Da un lato sgrassate, dall'altro idratate: povera pelle!

Ricordatevi che la pelle è un organo al pari degli altri e non un accessorio. 
Se la detergete in modo aggressivo con scrub e prodotti per pelle grassa, le togliete il film idrolipidico, lei poverina reagisce e allora iperproduce altro sebo, poi magari vi vengono dei brufoletti allora li sdegnate con unghie e dita con batteri, restano macchie, allora usate cose alla bava di lumaca per le macchie e acidi applicati su infiammazioni in corso o, peggio, su microferite....e dopo tutto questo vi stupite perché la pelle non grida vendetta e non sa più neanche se essere grassa, secca o pazza? :-)

Alimentazione, stress, allergie, fumo, stato degli ormoni: controllate queste voci all'interno della vostra vita e salute, magari consultando anche il medico e facendo analisi specifiche. La pelle è un organo emuntore quindi non risente solo di quello che ci mettete sopra, ma anche di come stanno i vostri organi interni. Dopo di che scegliete sì prodotti  preferibilmente ecodermacompatibili ma pochi e gentili sulla vostra pelle. Se l'avete trattata male per anni non ci vorrà poco tempo perché ritrovi equilibrio, quindi armatevi di pazienza e ricordatevi che lei ha una memoria e che non si possono risolvere troppi problemi tutti assieme (per quello c'è photoshop, lo dico sempre).
Inoltre non è un prodotto da solo che risolve la situazione, ma una corretta skincare, fatta con pochi prodotti ma quelli giusti: è sufficiente un detergente viso adatto alla vostra pelle (e in questo un latte detergente  da risciacquare è l'ideale proprio perché dermoaffine), un'idrolato o acqua termale e un siero/crema idratante a seconda della stagione. Stop. Nient'altro.
State all'aria aperta e possibilmente pulita (lo smog è nemico della pelle), proteggetela dal sole soprattutto in estate, non mettete i termosifoni alti in casa, scoprite il viso (se avete la frangetta, toglietela quando state in casa), truccatevi poco ma in modo sano, non toccate la pelle del viso con le mani che sono portatrici di batteri, bevete tanta acqua (l'idratazione parte dall'interno).
Probabilmente in questo post mi sono ripetuta e ho detto per l'ennesima volta le cose che ho scritto anche altrove  (se volete approfondire: http://esidaruc.blogspot.it/2015/10/cose-che-sto-imparando-4-piccolo_27.html ) ma è ciò che ho imparato per prima su me stessa: la pelle è un organo straordinario che pian piano ritrova il proprio equilibrio da sé, ma bisogna trattarla bene e volerle bene :-)

Nessun commento