#6 CAPELLI RICCI _gen2016

Era un po' di tempo che non parlavo di capelli. Devo dire che è un periodo che i miei non trovano molto pace, sarà che forse devo tagliarli, ma avendoli fini non riesco a dare sufficiente definizione al riccio e, al tempo stesso, volume alla cute, come vorrei. In realtà il problema non è mai appena lavati, ma dopo che ci ho dormito, tendono sempre a "smosciarsi".
Una "dritta" invece che ho imparato e che vi restituisco è la seguente: soprattutto se usate il diffusore per asciugare i capelli a testa in giù, una volta asciutti, aprite la finestra e tirandoli un po' su con le dita alla cute, lasciateli "freddare" con l'aria che viene da fuori. Questo impedirà all'umidità e al calore della stanza (che solitamente, nel mio caso, è il bagno) di "smosciarveli" appena lavati. Funziona davvero! ;-)
Tornando quindi alla mia routine capillifera, ero rimasta nel raccontarvi dell'autunno quando, come mi ero ripromessa,  dopo la parentesi con una diversa routine in agosto,  ho ripreso ad usare lo "shampoo personalizzato" di Biofficina Toscana per superare il cosiddetto "periodo delle castagne" (noto come quella fase in cui, nella mezza stagione dopo l'estate, i capelli tendono a cadere).
In particolare ho usato la combo shampoo rinforzante+ idrolato alla salvia, di cui vi avevo parlato nell'ultimo post sui prodotti finiti di tutto l'anno scorso.
Dopo Biofficina, ho finalmente provato i prodotti di Essere, una linea che avevo scoperto al Sana2015 e che mi aveva incuriosito perché la adocchiavo da tempo.

I prodotti in foto li ho acquistati da Ecco-verde (ora ho notato che il packaging è cambiato...peccato, mi piaceva più questo!).
Il prezzo è medio-alto (stiamo sui 12€ per lo shampoo e €13 per la maschera) ma sono comunque 250ml di prodotto per ciascuna confezione  e, lavando i capelli circa 2 volte a settimana,  a me sono durati circa tre mesi. Essere è una marca certificata AIAB Ecobio e in più è testata ai metalli pesanti (nichel/cromo/cobalto al di sotto dello 0,0001%) un valore aggiunto che mi sembra giusto sottolineare sia per il mio post  sulle marche e linee nichel tested esistenti, che è in continuo aggiornamento, sia perché al Sana al riguardo ebbi una competente risposta da uno dei responsabili di questa linea di prodotti.
Veniamo al dettaglio.
SHAMPOO ALOE E ARANCIO DOLCE: è destinato a  "capelli fini e crespi" e si preannuncia come "volumizzante e idratante". Si presenta con una consistenza trasparenze di color oro, fa una bella schiuma, l'odore è delicato e per niente persistente (cosa che da un lato mi è piaciuta visto che non amo molto l'odore dell'aloe, dall'altro preferisco  odori più intensi). Lascia i capelli decisamente lucidi e voluminosi, ma....ecco, devo dire una cosa che ho capito solo dopo un po'. Sulla confezione, infatti, c'è scritto che questo shampoo va lasciato in posa 3-5 minuti. E' la prima volta che mi capita di leggere tale indicazione per l'utilizzo di uno shampoo, eppure posso dire che funziona, cioè questo è uno shampoo che dà il meglio di sé solo seguendo questa precauzione, altrimenti è uno shampoo come un altro.
MASCHERA VANIGLIA E COCCO  Più che una maschera ha la consistenza di un balsamo un po' più denso. L'odore è meraviglioso, io adoro la vaniglia e ancora di più se è in combo con il cocco: uno dei motivi principali per cui ho scelto questa maschera è questo. E' però un odore che non resta sui capelli (forse solo un vago sentore), ma dura solo il tempo della doccia e questo mi è dispiaciuto. Più che nutriente l'ho trovata molto idratante e districante. E' piacevole e pratica da usare, mi è piaciuta!

Preferisco sempre usare shampoo e balsamo/maschera della stessa azienda per fare una routine capillifera completa di una stessa marca. Devo dire che la combinazione di questi due prodotti mi è piaciuta, sono sicuramente ottimi prodotti. Non mi hanno però entusiasmata, soprattutto all'inizio. Sicuramente i miei capelli stanno vivendo un periodo di crisi, ma ho poi scoperto che il punto è anche un altro: questi prodotti vanno lasciati in posa, anche lo shampoo. Ho notato proprio la differenza.
Io i capelli li lavo sotto la doccia e di solito, una volta insaponati,  massaggio un po' la cute e sciacquo subito via il tutto per poi passare eventualmente ad una seconda passata oppure direttamente all'applicazione del balsamo-maschera che solitamente, se devo fare lo scrub corpo o voglio passare il guanto in microfibra, tengo in posa un po' di più.
Quando ho scoperto l'indicazione del tempo di posa anche per questo  shampoo Essere, ho cercato di  dilatare i tempi di applicazione seguendo uno schema: ho insaponato e massaggiato per bene la cute e le lunghezze con lo shampoo; ho tirato poi su i capelli con un mollettone lasciandoli in posa; nel frattempo, ho massaggiato per bene con delicatezza lo scrub sul viso (è un prodotto che sto usando solo ultimamente )  e ho aspettato qualche minuto; poi ho sciacquato per bene capelli  (a volte non è neanche stata necessaria una seconda passata di shampoo che, invece, non ho lasciato in posa come la prima);  ho infine applicato la maschera, pettinato i capelli per togliere i nodi (noi riccioline li pettiniamo solo quando sono bagnati con il balsamo eh eh) e lasciato di nuovo in posa con il mollettone; intanto mi sono insaponata con il bagnoschiuma, mi sono lavata e  ho fatto atto anche lo scrub  oppure ho passato il guanto di microfibra; infine ho risciacquato sia capelli che corpo (facendo, come sempre, attenzione che i prodotti per capelli non vadano sulla schiena).
Non so se io sia riuscita a dare un'idea chiara di tutti i passaggi, che a raccontarli sembrano molto più complicati che farli senza starci a pensare troppo, ma questo è il modo con cui ho cercato di allungare il più possibile  i tempi di posa dei prodotti per capelli:-)
Ovviamente tutto questo rituale non sono riuscita a farlo sempre perché alle volte "il momento doccia" si riduce a doversi lavare corpo e capelli il più rapidamente possibile; inoltre lo scrub sia sul viso che sul corpo è un passaggio che ho introdotto con più assiduità solo ultimamente. Quindi non credo di essere mai arrivata ai minuti ideali di posa per questi prodotti, cioè 5 minuti  per lo shampoo e 15 per la maschera, tuttavia ho visto una sostanziale differenza tra le volte in cui usavo lo shampoo solo per lavarmi i capelli e la maschera a mo' di balsamo per pettinarli, rispetto a quando sono riuscita a tenere lo shampoo in posa almeno 3 minuti e la maschera 5-6 minuti.  Allora sì, dopo il lavaggio, i capelli erano lucidi, morbidi, idratati e anche più corposi! Una piccola "dritta" da tenere presente;-)

5 commenti

  1. La maschera dovrebbe essere interessante! Peccato abbia i capelli come spaghetti che si appesantiscono subito :(
    Passa da me se vuoi!
    http://nothingbutchrissi.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. è da tanto che desidero provare i prodotti Essere, bisogna che mi decida!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono buoni, ma secondo me la questione "tempo di posa" cambia molto la loro capacità performativa

      Elimina
    2. Io sono riccissima,al limite dell 'afro,e questi prodotti non sono male,soprattutto la maschera!

      Elimina