Peeling enzimatico omeoSidea



Vi svelo un segreto....ci sono prodotti che uso da una vita e che, anche dopo la scelta di utilizzare cosmetici interamente naturali, non mi hanno mai delusa ( anzi ho anche scoperto che hanno ingredienti di tutto rispetto).

Uno di questi è il "Peeling enzimatico" di omeoSidea (Specialità Italiane Dermatologiche E Affini), un prodotto di farmacia.
Negli anni, ogni volta che facevo una visita da un dermatologo, per il mio tipo di pelle, mi è stato suggerito questo peeling  e devo dire che mi ci sono sempre trovata bene.
Come sapete, la mia filosofia di cura della pelle  dal passato asfittico è less is more e quindi, per lungo periodo, ho abbandonato completamente maschere, scrub o anche trattamenti settimanali una tantum, in favore di una detersione quotidiana delicata ma efficace, nel rispetto del film idrolipidico che lascio che si rigeneri da sé (tollerando magari qualche impurità in più su fronte e mento).
La necessità di non sollecitare la reattività della mia pelle ultimamente è diventata ancora più prioritaria per il rischio che i melanociti "impazziscano" in modo peggiore di come li ho adesso, visto che oramai  ho sviluppato anche macchie e iperpigmentazione ( è un discorso lungo...diciamo che, per ora, ho abbracciato la filosofia  secondo la quale si ipotizza una correlazione fra reattività della pelle e melasma/iperpigmentazione: quindi, anche per questa problematica, less is more sembra la via migliore da poter seguire).
Tuttavia, essendo portatrice sana di punti neri e di pelle spenta, a causa di un processo di ossidazione al quale tendo per diverse ragioni (l'età, la vita in città e stare in luoghi chiusi, l'alimentazione limitata dai miei problemi allergici, il colon che è il mio punto debole etc.), ultimamente sentivo la necessità di una pulizia più profonda, soprattutto dopo l'inverno.
Così ho riscoperto questo prodotto che è a base di enzimi pancreatici e vitamina C.
Nella confezione  (che ha un costo che varia dai 15€ ai 17€, si trova anche su internet) c'è un sacchetto trasparente con una polvere (50 g) e un misurino di plastica.
In un contenitore a parte a propria scelta, va amalgamata la polvere (un misurino raso) con 5ml di acqua (c'è una tacca sul misurino) e, aiutandosi con un pennello, va poi applicata sul viso evitando contorno occhi e labbra.
Visto che l'acqua corrente è spesso ricca di calcare, io aggiungo acqua termale, oppure un idrolato (ad esempio, quello di camomilla de La Saponaria che vedete in foto, oppure di rosa, oppure uno che vi piaccia e sia adatto al vostro stato di pelle in quel momento).
Per chi ha la pelle più grassa (..."se ne consiglia l'uso anche nell'acne microcistica e nel rimuovere esiti cicatriziali dell'acne volgare"),  può lasciare in posa il prodotto fino a completo essiccamento, lasciandolo agire come fosse una maschera come tante altre.
Personalmente ho scoperto un tipo di applicazione più congeniale alle mie esigenze: per chi, come me, punta soprattutto all'effetto schiarente (la vitamina C è ottima in questo senso,  anche se avete  macchiette post-brufolo), è necessario tenere in posa il prodotto senza farlo seccare (potete aiutarvi spruzzando acqua termale quando sentite che comincia a "tirare").
Alle volte applico questo peeling e poi mi faccio la doccia, così, mentre mi lavo il corpo o i capelli, i vapori lasciano il viso umido, i pori dilatati e fanno sì che il prodotto agisca meglio.
Di primo acchito, sembrerebbe una semplice maschera come quelle all'argilla (che personalmente mi seccano troppo la pelle), invece, innesca un processo davvero particolare che lo rende unico nel suo genere: "Possiede un’azione cheratolitica, cioè capace di attaccare e demolire le scleroproteine dello strato corneo, operando su di esse una lisi che ne permette la solubilizzazione per trasformazione delle macromolecole in molecole di minor dimensione, permettendo un’azione disincrostante, decapante, schiarente."
Ora, capiamoci, se pensate che vi spariscano i punti neri dopo l'applicazione di questo peeling, come dico sempre, "per i miracoli c'è solamente photoshop" (ricordo come caddi anche io in questa illusione quando secoli fa feci uno dei miei primi -e ultimi- paciughi, utilizzando i famosi "cerottini fai da te" con la carta igienica e l'albume d'uovo, trovandomi danni sulla pelle per almeno le tre settimane successive...).
Se, invece, vi aspettate che effettivamente è come se i punti neri si vedano meno e diventino "più piccoli", allora sì quest'effetto si vede.
Inoltre, la pelle risulta più luminosa, meno grigia, più liscia e "ossigenata", soprattutto non tira e non risulta né disseccata né tantomeno irritata né post applicazione, né nei giorni successivi.
Altri tipi di prodotti, infatti - magari non nelle immediate ventiquattr'ore, ma a distanza di più tempo- fanno sì che la pelle cominci a fare una lieve "muta", invece questo prodotto non provoca assolutamente questo effetto.
"Indicato per una pulizia scrupolosa della pelle spenta, impura, ingiallita e comedonica",  secondo me è un prodotto adatto a esigenze differenti, infatti promette che "Minimizza le rughe, purifica la pelle esaltandone la luminosita` e il colorito grazie anche alla presenza di Vitamina C."

L'inci è di una semplicità disarmante, con soli 7 ingredienti (analisi inci Ecobiocontrol):

LACTOSE
ALUMINUM SILICATE
BENTONITE
KAOLIN
ASCORBIC ACID
PANCREATIN
SODIUM BICARBONATE
Ho sempre storto un po' il naso alla scritta "nichel free"  posta sul lato della confezione, visto che, almeno da quello che so io, per legge oramai i prodotti cosmetici possono al massimo essere "nichel tested"....ma chiudo un occhio per questo prodotto così efficace e "senza tempo", di quelli spartani che funzionano da una vita, vent'anni fa come oggi.

2 commenti

  1. Non ho mai provato un peeling enzimatico ma mi hanno sempre incuriosita tantissimo! Al momento tra quelli che vorrei provare c'è quello di eterea di cui ho letto mirabolanti imprese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara! Sì quello di eterea è stato ampiamente pubblicizzato dalle blogger, io non l'ho ancora provato. Questo è meno blasonato, ma molto efficace. Grazie per essere passata di qua :-)

      Elimina