Capelli ricci prodotto mon amour_ Crema Ristrutturante Biofficina Toscana

Raramente scrivo post su singoli prodotti, sarà che mi annoia leggerne su altri blog, sarà che non me ne è capitata ancora l'occasione. Fatto è che, qualche giorno fa, dopo aver provato altri prodotti, ne ho ricomprato uno che per me è un best seller: la crema ristrutturante di Biofficina Toscana.

Ecco, è successo questo fatto: riordinando le cose in bagno, dopo già qualche giorno che sto riutilizzando questo prodotto e tocco fiera i miei capelli nei giorni successivi al lavaggio, vedere la confezione di nuovo lì al suo posto mi ha fatto venire gli occhi a cuoricino.
Per questo, dopo che ne ho già ho parlato e straparlato nel blog , l' ho messa nei miei top 2016, è nei miei #5immancabili, ho voluto dedicarle questo post, solamente a lei, per spiegarvi perché la amo tanto...

Io ho capelli ricci e fini, secchi, lunghi, chioma non particolarmente voluminosa.
Questa crema è un ottimo prodotto leave-in (come si dice ora in gergo, cioè senza risciacquo, su capelli umidi prima di asciugarli con il phon) per nutrire le punte senza appesantirle.
Questa crema, però, dà secondo me, il meglio di sé nei giorni successivi al lavaggio.
I capelli ricci si sa, basta un po' di umidità, basta una notte agitata in cui si gira un po' troppo la testa sul cuscino ed eccolo lì, al risveglio quello che io chiamo - e chi oramai mi legge da tempo conosce- "effetto lanetta". Panic? Nessun problema! E' sufficiente una noce della crema ristrutturante di Biofficina Toscana per rimettere i capelli in ordine...udite udite, senza appesantirli come una crema, senza l'effetto bagnato dei vari gel styling. I ricci riprendono vita e definizione con estrema naturalezza, rimanendo soffici, puliti, lucidi, e, al tempo stesso, nutriti.
Colpo finale: fare un due tre passaggi testa su, testa in giù (attente chi soffre di cervicale!) per ripristinare il volume della chioma.
I ricci restano bellissimi anche fino al terzo giorno dallo shampoo ma anche oltre con un piccolo trucco...basta inumidire i capelli con un po' d'acqua, mettere la crema (una o due noci per tutta la chioma) e rifare un leggero fitagem con le dita su alcune singole ciocche in particolare.
La consistenza di questo prodotto è del tutto particolare: sembra liquido, ma non è appiccioso come un gel, è morbido come un latte ma resta più denso e di colore giallino, nutre come una crema, ma è decisamente più leggero e non sporca i capelli.
La confezione è comoda perché basta mettere il tubo a testa in giù e il prodotto esce da solo: a me questo fatto, da un lato, mi piace, dall'altro l'ho considerato una nota dolente, perché si rischia di far sprecare prodotto, bisogna quindi stare attente a dosarne la giusta quantità. Il quantitativo è di 100ml quindi il tubo è trasportabile anche in aereo nel bagaglio a mano. In viaggio, però, è comodo da travasare in confezioni più piccole: io di solito uso una di quelle bottigliette con il tappino "apri e chiudi" che si trovano facilmente ovunque (io ne ho una del set di Tiger), anche se lì tende un pochino a ossidare il colore del prodotto rispetto alla confezione originale.
Finora, di tutti i prodotti usati per lo styling, compresi gli altri di Biofficina Toscana, questo per me è il più efficace nei giorni successivi al lavaggio.... pur non essendo un prodotto nato per lo styling!
Il profumo è dolce, a me personalmente piace molto, sa di "bambino"e -vi sembrerà buffo-ma mi ricorda sempre un po' l'odore della "pelle" e dei capelli delle Barbie della "Famiglia cuore".
Ecco, stasera, guardando la confezione in bagno della "bentornata" crema ristrutturante di Biofficina Toscana, ho sorriso e mi è venuto da canticchiare "certi amori...fanno dei giri immensi e poi ritornano". Ora magari vi sarà venuto da ridere, soprattutto quelle che, come me, sono cresciute  a cavallo fra gli anni '80 e '90 ed io vi lascio la canzone per darvi la buona notte con questa coccola per i capelli e i ricordi (per chi li ha).

PS: questo post è curioso: ha un titolo lungo stile Lina Wertmüller ricorda un certo film di Alain Resnais, tanto per non smentire le influenze alla Nouvelle Vague francese, si conclude con il trash di chi è cresciuto con le tv commerciali ahahaha

9 commenti

  1. Da provare!😍 ho la tua stessa tipologia di capelli! Mi trovo già molto bene con la crema modella ricci😊

    RispondiElimina
  2. Conosco poco Biofficina Toscana, mea culpa, perchè sento parlare sempre benissimo dei loro prodotti!
    Questa crema non l'ho mai provata, ma la metto subito in wishlist perchè dalla tua recensione sembra un prodotto davvero valido ed anche io sono fissatissima con i miei riccioli :)
    Per ovviare al problema del crespo durante il sonno ti consiglio la tecnica dell'ananas, che consiste nel legare i capelli con un elastico morbido al centro della testa, in questo modo non sfregeranno contro il cuscino, non si formeranno nodi nè si appiattiranno :) la uso con soddisfazione da tempo e posso assicurarti che funziona!
    Proverò anche la federa di seta, che ho sentito dire che aiuti a prevenire il crespo sui capelli, perchè a differenza del cotone non fa attrito, ma anche le rughette :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la dritta, ma con l'ananas mi si allisciano sotto la cute e ho freddo a dormirci :-(

      Elimina
  3. Questo prodotto lo avevo scartato "a pelle" temendo fosse troppo pesante per i ricci e invece...male, male! Mi hai fatto venire una curiosità enorme.
    Io al momento sto usando con piacere la Ricci Definiti (sempre di BT), ma non riesco a usarla nei giorni dopo il lavaggio. Dopo volevo passare alla Ricci Morbidi, ma adesso sono in dubbio *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulle lozioni di Biofficina Toscana (sia ricci morbidi che ricci definiti) ho scritto un post con tutti gli usi possibili e di combinazione fra loro, se ti interessa. Cercalo con la lente, ma l'ho relinkato anche all'interno di questo stesso articolo. Ovviamente provare e sperimentare personalmente è la soluzione migliore per farsi un'idea di un prodotto anche perché i risultati e le impressioni sono soggettive. Personalmente la Ricci Definiti, almeno sui miei capelli, tende a dare un effetto più simile ad un gel. La Ricci Morbidi mi piaceva molto, ma una volta che ho provato questa Crema Capelli Ristrutturante confesso di averla abbandonata, soprattutto per l'utilizzo che ne faccio nei giorni post lavaggio.

      Elimina
  4. ciao mi sono unita ai tuoi lettori fissi, mi piace motlo il tuo stile e il tuo modo di scrivere, e anche i prodotti sono molto interessanti.
    se ti va fai una salto da me

    http://stefaniainwondeland.blogspot.it/

    RispondiElimina
  5. Finora l'ho provata solo grazie a qualche campioncino ma per ora, da non-riccia ma sana portatrice di capelli mossi, non l'ho particolarmente m apprezzata. È vero che non l'ho provata sui capelli asciutti, devo ricordarmi di usare così l'ultimo campioncino che mi è rimasto, magari scopro come te che è ottima! ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova e poi fammi sapere ;-) Poi sai...tutto, come sempre, è molto soggettivo..

      Elimina