STYLING capelli ricci estate 2016_Sezione Aurea Cosmetics


Da diversi mesi mi aveva entusiasmato l'idea che una ragazza riccia avesse creato una linea di prodotti interamente naturali per i capelli, perché il riccio-si sa- non è un capello facile da trattare.
A me piacciono i sogni di giovani donne che si realizzano e quindi sono contenta quando nasce una nuova azienda del settore che mi piace, cioè la cosmetica naturale, e riesce ad avere successo.
Questo il caso di Sezione Aurea Cosmetics, ma non avevo ancora provato nulla.
Avevo letto e visto recensioni positive in lungo e in largo per il web soprattutto rispetto al prodotto di punta di questa marca, TATI crema divina, finché in primavera mi sono decisa e l'ho acquistato. Assieme a Tati, ho preso anche CARMEN quarzo divino della stessa azienda (prodotto consigliato apposta per rendere un po' più efficace la definizione della crema Tati).

La prima impressione non è stata delle migliori:  TATI aveva un terribile difetto, dal mio punto di vista, una profumazione che mi ha nauseato (sa come di...big bubble!).
Ho provato ad usare i due prodotti in combo su capelli umidi, dopo lo shampoo e il balsamo: i capelli restavano morbidi e abbastanza definiti, ma giusto il tempo del post lavaggio e non scongiurando  l'effetto "lanetta" sulla cute nei giorni successivi.
Avevo anche provato a utilizzare una piccola quantità di TATI su capelli asciutti per ravvivare i ricci, ma me li appesantiva; con Carmen, invece, ravvivarli significava renderli duri, effetto gelatina, anche usandone poca; infine, la combo dei due prodotti era efficace post lavaggio, ma non per ravvivare il riccio nei giorni successivi.
Prodotti bocciati!
Dispiaciuta, ho pensato: eppure Tati è uno di quei prodotti idolatrati sui social e nei blog delle ricciole...com'è possibile che su di me non funzioni?!
Avendone una confezione da finire e avendola pagata quasi €15 per 200ml, ho pensato  di metterla da parte (rispetto ad altri prodotti per lo styling che di solito uso e che tendono ad andare a male dopo sei mesi, questa ha un PAO di 12 mesi) e di darle un'altra chance in estate, quando da un prodotto per lo styling cerco altro rispetto al resto dell'anno.
Nel mese di luglio ho cominciato ad andare qualche giorno al mare e, siccome amo fare il bagno, solitamente non mi piace usare la spuma tutti i giorni post shampoo, perché mi sembra uno spreco: posso accontentarmi di un prodotto che renda  i ricci definiti e carini il tempo di una cena o di un'uscita dopo cena, senza necessariamente cercare un effetto duraturo nei giorni successivi al lavaggio (tanto poi il giorno dopo ribagnerò i capelli al mare sprecando il prodotto in giro fra i pesci).
A luglio, ho così colto l'occasione per ritirare fuori questi prodotti di Sezione Aurea e anche per sperimentare la tecnica del plopping (di cui troverete una vasta "letteratura" in merito in giro per internet) che consiste - ve la spiego sinteticamente- nel mettere un prodotto per lo styling sui capelli bagnati e arrotolarli in un asciugamanto secondo una procedura precisa che vi fa stare con una specie di caramella in testa per almeno mezz'ora per poi passare ad una brevissima asciugatura con il diffusore con aria tiepida.
La tecnica del plopping l'ho trovata pratica perché d'estate non si ha tanta voglia di asciugarsi i capelli; ma comunque occorre, almeno per me, usare comunque  il phon almeno la cute (altrimenti povera cervicale!) per cui, in realtà, a bene riflettere, è una procedura lunga, a meno che si abbia qualcos'altro da fare nel tempo di posa.

Per quanto riguarda CARMEN  un pochino aiuta TATI per quanto riguarda la definizione del riccio, ma, dal mio punto di vista, resta una specie di gel effetto bagnato come tanti,  quindi certamente non indicato per il mio tipo di capelli e per quello che cerco in un prodotto per lo styling.
Questo l'inci di Carmen (dal sito di Sezione Aurea):
Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice*, Glycerin, Hydroxyethyl Cellulose, Rosmarinus Officinalis Extract*, Potassium Sorbate, Sodium Benzoate, Benzyl Alcohol, Xanthan Gum, Borago Officinalis Seed Extract*, Panax Ginseng Extract*, Calendula Officinalis Extract*, Parfum, Panthenol, Prunus Armeniaca Kernel Oil*, Soy Lecithin.
Carmen forse è indicata per chi vuole un effetto bagnato, per chi cerca un semplice gel (ma non so se comunque valga la pena spendere quasi €13 per 100ml, valutatelo voi). Anche se l'ho trovato utile in combo con Tati, non è un prodotto che fa per me e che ricomprerei.

Per quanto riguarda TATI, come avrete capito, è un prodotto che mi ha deluso.
Questo è l'inci (dal sito di Sezione Aurea):
Aqua, Aloe barbadensis leaf juice*, Cetearyl alcohol, Distearoyethyl dimonium chloride, Prunus amygdalus dulcis oil*, Caprylic/capric triglyceride, Glycerin, Butyrospermum parkii butter*, Soy lecitin, Panthenol, Tetrasodium glutamate diacetate, Rosmarinus officinalis leaf extract*, Chamomilla recutica flower extract*, Parfum (ipo), Triethyl citrate, Borago officinalis seed extract*, Sodium PCA, Oenothera biennis oil, Prunus armeniaca (Apricot) kernel oil, Sodium benzoate, Potassium sorbate, Benzoic acid.
Ha sì olio di mandorle e burro di karité, ma credo che i miei capelli non vadano molto d'accordo con gli ingredienti che ci sono ai primi posti dell'inci....soprattutto con il gel d'aloe.
In estate ho tollerato meglio l'odore del prodotto (che comunque dopo un po' tende a svanire e certamente all'aria aperta svanisce prima), ma resta per me nauseante.
Nonostante la delusione, non è un prodotto che boccio del tutto.
Sui miei capelli, l'effetto finale è molto bello per quanto riguarda la definizione e morbidezza dei boccoli, un po' meno per quanto riguarda il volume ad altezza della cute, ma comunque per ciò che cerco in estate -cioè avere i capelli in ordine il tempo di una serata, tanto poi il giorno dopo vado al mare e li ribagno- mi va più che bene.
Certamente TATI è l'ideale per la tecnica del plopping, tuttavia credo che forse possa andare meglio per chi ha tanti capelli e grossi; io non ne ho tanti e sono molto fini, per cui un prodotto del genere tende ad appesantirli e non riesce a tenere sotto controllo l'effetto "lanetta", per questo non è un prodotto che utilizzerei tutto l'anno.
Ecco qui la foto della confezione e di quanto prodotto mi è rimasto....e adesso cosa ci faccio?:-)



Chissà se Sezione Aurea, visto che ha a cuore i capelli ricci, riuscirà a mettere in commercio qualcosa di più efficace per i capelli anche fini....? ;-)

6 commenti

  1. Ah. E dire che Tati era in wish list da tempo. Poi ogni riccio é diverso, si sa, ma le premesse non sono delle migliori (specie considerato il costo che, diciamocelo, non é irrisorio)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao biomirta! Non volevo dissuaderti dalla tua wish list, mi dispiace. Come dicevo questo prodotto è stato osannato sul web perché moltissime ragazze effettivamente ci si trovano bene, quindi la questione è molto soggettiva. Forse ti converrebbe provarla o acquistarne una confezione a metà con qualcuno, così verifichi se ti ci potresti trovare bene o meno.

      Elimina
  2. Di sezione Aurea ho comprato 2 prodotti: Alba bocciato, e Tati che, usato questa estate asciugando i capelli al sole mi piaceva di più, ora che li asciugo col phon non mi piace come li lascia, appena fatti i ricci sono morbidi leggeri e voluminosi ma poco definiti, ma col passare delle ore rimangono sì molto morbidi ma perdono forma per diventare poi lanetta nei giorni successivi. Ed al contrario di te io ho i capelli non proprio fini ed amo il gel d'aloe che utilizzo spesso per lo styling alternato alla spuma Provost. Utilizzato sui capelli asciutti è improponibile. Per 2 prodotti ho speso quasi ben 30 € ed entrambi mi hanno deluso, per i miei ricci non vanno proprio, preferisco Biofficina. E' sempre un piacere leggere i tuoi post :)

    RispondiElimina
  3. ciao! grazie a te per leggere i miei post! :-) Io non ho mai provato Alba, ma su Tati hai avuto praticamente le mie stesse impressioni quanto a effetto e durata nel tempo....comunque tutto è molto soggettivo, ci sono ragazze che la adorano.

    RispondiElimina
  4. Mi hanno sempre incuriosito i prodotti di Sezione Aurea ma non ho ancora provato niente. Sicuramente terrò conto di questa recensione,utilissima,per la scelta dei prodotti da (non) provare. :)

    Se ti va passa da me https://debioblog.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Deborah, benvenuta! Io però non sono nessuno per dirti cosa provare e, soprattutto, cosa (non) provare ;-) E' tutto molto soggettivo, altre ragazze con gli stessi prodotti si sono trovate benissimo. Io racconto solamente la mia esperienza in base al mio tipo di capelli e la mia aspettativa rispetto a certi prodotti per capelli. Magari cerca di avere dei campioncini così puoi testare i prodotti su di te e fari un'idea diretta, prima di acquistare eventualmente una fullsize.

      Elimina