STYLING: utilizzi delle lozioni ricci Biofficina Toscana


Vi stavo giusto parlando dei prodotti styling dell'ultimo periodo e tra quelli in foto c'erano la Lozione ricci morbidi e la Lozione ricci definiti di Biofficina Toscana.
Ho molto da dire al riguardo, per cui per leggere questo post è meglio mettersi comodi :-)

Non fatevi ingannare dalla prima impressione, è vero, dal vivo queste confezioni di Biofficina Toscana sono piccole, solo 100 ml di prodotto (per chi viaggia, è però il quantitativo consentito anche in aereo) per quasi dieci euro l’una (quindi costose), ma vi durano davvero tantissimo, perché non serve una quantità esagerata di prodotto e la composizione è di tutto rispetto, con ingredienti di qualità. Non mi dilungo su questo argomento perché, quando leggo a mia volta delle recensioni, non è il copia e incolla dai siti dei produttori ciò che mi interessa, quindi per il discorso sulla composizione vi rimando direttamente al blog di Biofficina Toscana (ecco i link: lozione ricci morbidi; lozione ricci definiti),  dove le informazioni sono più esaustive e spiegate in modo certamente più competente e completo del mio.
La consistenza è lattigginosa, il colore miele, delle due quella “ricci definiti” è più densa dell’altra che risulta più liquida, l’odore è simile ma io preferisco quello della ricci morbidi, a gusto puramente soggettivo.
Per capire bene le mie impressioni su questi prodotti vi consiglio di arrivare a leggere fino alla fine del post, perché è uno di quei casi in cui, ai primi utilizzi, non sono rimasta soddisfatta e solo provando e riprovando sono riuscita infine a capire l’utilizzo che faceva al caso mio.
Parto da ciò che mi ha deluso e cioè che nessuno di questi due prodotti è quello che speravo fosse (come sempre tutto dipende dall’aspettativa che uno ha), cioè entrambi non sono riusciti ad andare a sostituire l’effetto della spuma Provost (ne ho parlato qui, cioè qualcosa che renda più corposi e definiti i riccioli che altrimenti svolazzano e fanno la cosiddetta “lanetta”, ma che non appesantisca la chioma a livello della cute altrimenti, essendo lunghi, tendono a “pesare” e quindi il rischio è quell’ “l’effetto cocker” che non mi piace).
La lozione ricci morbidi non è sufficiente a definire i riccioli a livello della cute, ma solo delle lunghezze.
La lozione ricci definiti dà un effetto simile ad un gel normale (forse quindi più che per i ricci va bene ai ragazzi? Sarebbe stato meglio chiamarlo “gel styling”).
Ripresami dalla delusione, ho cercato di capire come diventare amica di questi prodotti senza guardarli con l’ormai sedimentata diffidenza (per questo dico che ci vuole tempo per testare un prodotto!) e devo dire che ora li amo, anche se in modo differente e con qualche nota a margine, li ho anche riacquistati.
Ho iniziato a provare questi prodotti in primavera, ma ho deciso di spiegare l’uso e i metodi che ho usato in base al luogo in cui li ho usati, dividendo la recensione in “in città” (diciamo quindi tutto l'anno) e “al mare”.

IN CITTà


LOZIONE RICCI MORBIDI:  la uso in due modi 1) al posto del gel d’aloe nei giorni successivi al lavaggio: li ridefinisce ma nutrendoli, li protegge anche da sole e salsedine (grazie al complesso antiossidante Uviox®-Oleox®) e non li secca come fa invece l’aloe. Lascia poi un odore meraviglioso, dolce, sa di miele, confetto, forse vaniglia…non saprei come descriverlo esattamente… mi ricorda la plastica di alcune edizioni limitate delle Barbie (per chi era bambina negli anni ’80, ve la ricordate la “famiglia cuore”?). Mi hanno fatto i complimenti anche le persone accanto a me, senza sapere cosa avessi usato: “ma cosa ti sei messa sui capelli che profuma di così buono?”. Mi piace davvero tanto. 2) quando non pretendo un risultato troppo duraturo nei giorni successivi al lavaggio, la uso nello styling delle lunghezze, mentre sulla prima parte dei capelli uso la spuma per dare volume alla chioma (al massimo faccio dei ritocchi “anti-lanetta”, sempre con la medesima lozione). Una confezione dura davvero tanto perché, ripeto, non serve una quantità esagerata di prodotto.

LOZIONE RICCI DEFINITI: l’ho provata mesi fa e la delusione è stata grande. Come prodotto per lo styling al posto della spuma: (cioè usato al posto della spuma prima dell’asciugatura a testa in giù con phon e diffusore) zero volume e capelli svolazzanti tanto che ho poi dovuto abbondare nel rimetterla e il risultato è stato ancora peggiore perché tende un po’ a “indurire” i capelli in ciocchette rigide, con un effetto simil-bagnato: è difficile trovare la giusta quantità per ottenere la giusta definizione che comunque dura poche ore. Ho provato a riusarla cambiando le dosi ma nulla da fare, il risultato è stato sempre il medesimo. Come prodotto per ravvivare i ricci: idem come sopra, sembrava avessi messo la brillantina in testa o una delle peggiori spume che induriscono i capelli. Insomma bocciata totalmente,  così l’ho messa da parte per mesi. Poi, non volendo farla andare a male, visto che è un prodotto comunque di pregio per composizione e per prezzo, l’ho portata con me al mare e mi ha talmente stupita…..che penso diventerà uno dei miei prodotti preferiti estivi!
Vi spiego come e perché.

AL MARE

Torniamo sempre all’aspettativa.....
Al mare lavo i capelli più spesso, anche tutti i giorni, se non altro per togliere la salsedine.
Al mare certamente i miei capelli si stressano di più soprattutto perché li bagno più volte al giorno in acqua salata e quindi quotidianamente o quasi devo poi fare la sera con shampoo+balsamo+phon. Se usassi la spuma, so che tanto l’effetto durerà il tempo di un’uscita fuori e tanto l’indomani, verrebbe dispersa fra le onde emanando il suo odore un po’ artificiale senza per altro proteggere i capelli dal sole e dalla salsedine. Anche nel caso in cui evitassi di bagnarmi i capelli con acqua salata, per il caldo li terrei legati quindi, in ogni caso, d’estate non mi interessa che lo styling resti per più giorni.
Al mare poi accade una cosa unica: la salsedine assieme all’asciugatura all’aria in spiaggia, senza l’utilizzo di altro, dà un risultato che nessun prodotto riesce a ricreare, cioè dei boccoli simili a quelli di una bambola morbidi, “spumosi”, senza l’odiata lanetta, stupendi.
Unite tutte queste considerazioni al fatto che d’estate fa caldo e tendenzialmente non ho tanta voglia di stare dietro al phon, da sempre ho cercato un sostitutivo alla spuma, come potete leggere anche nei vecchi post. Complice il fatto che la lozione ricci definiti e quella ricci morbidi hanno anche la funzione di proteggere i capelli dallo stress ossidativo di sole e salsedine, ho pensato di unire l’utile al dilettevole (di solito in spiaggia usavo olio di cocco) e di provarli dando soprattutto una seconda chance alla lozione ricci definiti.

LOZIONE RICCI DEFINITI: è l’ideale usata nel seguente modo: una volta fatto il bagno al mare, ho sciacquato i capelli sotto acqua dolce per togliere per bene il sale, poi ho applicato la lozione ricci definiti su tutti i capelli pettinandoli con una spazzola (o, meglio ancora, con un pettine a denti larghi magari fatto di legno); poi li ho asciugati all’aria come al solito, massaggiando leggermente la cute tirandoli delicatamente un po’ su ogni tanto per dare volume alle radici. Il risultato è stato quasi al pari di quando lascio che l’acqua salata li definisca all’aria anche se un po’ di effetto cocker c’era sulle tempie, sono però bastate due mollettine carine per ottenere un bel look, senza dover rilavare i capelli la sera sotto la doccia. Inoltre, questo è anche un prodotto protettivo per cui l’indomani avete già i capelli protetti per espormi a sole e salsedine.

LOZIONE RICCI MORBIDI: l’ho usata sempre per definire le lunghezze e tenere a bada la “lanosità”: l’uso estivo non è molto diverso da quello invernale (vedi sopra). Sto usando la stessa confezione da mesi, quindi è un prodotto che va usato in piccole quantità e perciò una confezione dura tanto.

IN COMBO LOZIONE RICCI DEFINITI E RICCI MORBIDI: è questa la modalità che più mi ha stupita, ma l’ho dovuta mettere a punto per bene…

Primo metodo:
- come prodotto styling (usando come “misurino” il palmo di una mano come fosse un cucchiaio e mettendo metà dose dell’una e metà dell’altra)
- ho usato la lozione ricci definiti per sistemare alcune ciocche
- phon con diffusore come d’abitudine
Risultato = totale insoddisfazione (capelli vaporosi sì ma anche troppo… ricci poco definiti e svolazzanti (cosa che odio!), tanta “lanetta”, dopo aver dormito, la mattina erano un disastro.
Non avendo altri prodotti a mia disposizione e con la consolazione che tanto qualunque acconciatura l’indomani si sarebbe trasformata nel look mollettone (o “pinza” come chiamano alcuni), mi sono accontentata.

Secondo metodo:
Un giorno che dovevo cucinare e non avevo tempo (e forse neanche voglia, visto il caldo…) di asciugare i capelli con il phon, ho provato un altro procedimento:
- dopo aver lavato i capelli li ho tenuti circa mezz’ora avvolti in un turbante con l’asciugamano, poi ho mescolato le due lozioni come la volta precedente ma  mettendo in percentuale maggiore quantità di lozione ricci definiti e ho distribuito il composto con le dita dalla cute fino alle spalle, mentre sulle lunghezze ho messo qualche “zic” (la lozione ha un dosatore) di lozione ricci definiti.
- ho lasciato asciugare il tutto all’aria (oramai la cena era pronta!) facendo la solita operazione sulla cute di massaggiarla ogni tanto e di tirare delicatamente un po’ su i capelli per dare volume all’altezza delle radici, soprattutto ai lati del viso.
 - passati circa venti minuti (il tempo di cenare), siccome non volevo restare con la testa bagnata, ho asciugato solo la cute, a testa in giù con phon e diffusore (ma con velocità e calore a livello medio, quindi molto delicato).
- infine ho definito al dettaglio alcune ciocche un pochino “lanosette” con la lozione ricci morbidi. Ora vi sembrerà un procedimento elaborato, certamente non è un modo veloce per prepararsi e uscire (ma si può fare sfruttando i tempi morti della cena o di fare faccende) eppure vi assicuro che mi ha veramente stupita! Il risultato è stato, per volume e definizione, al pari della spuma!
La prova del nove: la mattina dopo erano ancora belli sia sulle lunghezze sia zona cute per quanto riguarda il volume. E’ bastato poi usare un po’ di lozione ricci morbidi per togliere un po’ di lanetta su qualche ciocca vacante e per ravvivare l’acconciatura nel complesso.
Credo che l’efficacia di questo metodo consista, per prima cosa, nel togliere prima tutta l’umidità dai capelli tenendoli nell’asciugamano (del resto i riccioli sono influenzati da tanti fattori ambientali) e, per seconda, procedere con un’asciugatura delicatissima solo sulla cute. Credo poi che in parte abbia anche contribuito il fatto di aver distribuito il prodotto per bene con le dita anziché con la spazzola (li ho districati prima di avvolgerli nell’asciugamano).
E’ però un procedimento che posso fare solo d’estate, visto che stare con la testa bagnata in altre stagioni mi darebbe seri problemi alla cervicale; ovviamente non poi un procedimento da poter fare se si ha solo mezz’ora di tempo per lavarsi e asciugarsi i capelli (è il tempo che solitamente impiego quando uso la spuma), non è quindi praticissimo e veloce nella vita di tutti i giorni.
Tuttavia, al mare è veramente la soluzione ideale quando si vuole una buona acconciatura.
Alla fine, quindi, la lozione ricci definiti che avevo così tanto bocciato in primavera e che avevo quasi subito accantonata, si è rivelata un prodotto molto interessante in estate, sia sa sola, sia combinata con la lozione ricci morbidi che penso di poter utilizzare tutto l’anno.
Confesso di aver riacquistato entrambi i prodotti che non sono economici come una spuma, ma visto il triplo utilizzo (styling+ritocco nei giorni post-lavaggio+ protezione in spiaggia) sono una valida soluzione estiva. Chissà se Biofficina Toscana vorrà provare a combinare in un unico prodotto questi due o magari riuscirà a creare quella spuma totalmente ecobio ma efficace che ancora non esiste in commercio? :-)

PS: confesso che d’estate sto usando le lozioni in combinazione con una routine capillifera sempre di Biofficina Toscana e forse anche questo contribuisce alla resa sui capelli, ma di questa vi parlerò più avanti…

Se volete leggere un post con altri prodotti per lo styling eccolo: http://esidaruc.blogspot.it/2015/07/prodotti-per-lo-styling-capelli-ricci.html

4 commenti

  1. interessanti i tuoi esperimenti :)

    RispondiElimina
  2. In estate non utilizzo il phon, asciugo i capelli all'aria. I miei capelli sono crespi e leggermente mossi, pertanto avere a disposizione prodotti che tolgano il crespo e intensifichino l'ondulato sarebbe proprio perfetto. Purtroppo non è facile trovarli e poi ogni prodotto reagisce diversamente da persona a persona. L'importante è non arrendersi e testare, testare, testare. Per l'inverno, fortunatemente, ho risolto.

    RispondiElimina