Siero super concentrato Fantastika: il siero estate 2014!


D'estate si sa la scelta di un siero può essere una valida alternativa per idratare la pelle senza appesantirla. Avevo provato negli anni vari sieri, ma non riuscivo a trovarne uno che mi soddisfacesse veramente, poi tramite Skineco, di cui condivido la filosofia, mi sono avvicinata a Fantastika (la stessa azienda che produce i trucchi Liquidflora) e ho scoperto questo flaconcino...che dire?

E' diventato tra i miei prodotti preferiti dell'estate! Ho avuto già modo di parlare di questo siero, ma volevo dedicargli un post specifico visto il lungo periodo di utilizzo (4 mesi da maggio a oggi). Solitamente questi prodotti non sono reperibili online ma  “porta a porta” dalle rappresentanti di zona della vostra città. Io però devo ringraziare Mi voglio bio per avermi fatto testare questo prodotto.
Ha una composizione davvero molto semplice, a base di acido ialuronico, con olio di argan.  Ne basta una quantità molto piccola, uno “zic”, infatti la confezione è di quelle antispreco (flacone airless) e dura circa due mesi.
Rispetto ai sieri che ho provato finora, anche se i primi giorni dovevo aggiungere dopo un po’ di crema idratante perché tendeva a tirare una volta che si era asciugato, in seguito non ne ho sentito più il bisogno, la mia pelle si è abituata ed è stato sufficiente da solo. L’ho usato mattina e sera, ottimo come base trucco, leggero ma idratante anche la sera. Non ha l’effetto “appiccicaticcio”  tipico del semplice gel d’aloe (che spesso viene usato da solo nelle fasi di disintossicazione della pelle, per metterla un po’ a riposo, soprattutto cogliendo l’occasione dell’estate e della voglia di tenerla struccata e libera di respirare), al tempo stesso quel po’ di olio di argan lo rende un prodotto leggermente nutriente. La mia pelle asfittica si è riequilibrata moltissimo. Rispetto agli altri sieri che ho provato che solitamente non erano sufficientemente idratanti, questo invece svolge per bene il compito di restituire soprattutto "acqua" alla pelle (la pelle asfittica manca, infatti, più di idratazione che di “grasso”, produce sebo ed è molto impura pur essendo secca in superficie).
Probabilmente in inverno avrò bisogno di un altro prodotto forse più consistente, ma per l’estate è stato il migliore che potessi trovare finora e sicuramente il miglior siero che abbia mai provato, ovviamente utilizzato in un contesto di routine appropriata perché non esistono prodotti validi in sé, ma che lo diventano all’interno di una giusta combinazione fra detersione+idratazione+ scelta del trucco ( anche se mi rendo sempre più conto quanto far respirare la pelle e truccarla il meno possibile sia di grande giovamento) e ovviamente dando per scontata una sana alimentazione e una giusta idratazione dall'interno bevendo sufficiente acqua.
Colgo l'occasione quindi di aggiungere i voti alla lista di sieri finora provati che avevo riassunto in un precedente post!

1 commento

  1. interessantissima segnalazione! peccato per le modalità di distribuzione, ma intanto prendo buona nota!

    RispondiElimina