Skincare gennaio/marzo 2014: detergere in 3 fasi


Da gennaio ho iniziato a detergere la pelle con tre prodotti che ho acquistato in Francia e che trovo molto validi, soprattutto usati in combinazione fra loro.

Detergere
Huile lactée démaquillante di Melvita è un olio che a contatto con l'acqua diventa una morbida cremina dall'odore delizioso. La mescolo ad un po' d'acqua già sulle mani e la passo su tutto il viso, anche sugli occhi. Se devo struccare un trucco più pesante sugli occhi, ne metto un po' su un batuffolo di cotone, già precedentemente bagnato. Dopo aver passato il prodotto su tutto il viso, mescolo assieme un po' di  Mousse d'eau nettoyante di Sanoflore, una schiuma che ha un buon odore. Sciacquo il tutto per bene aiutandomi con una spugnetta bagnata. Se necessario, do una seconda passata di mousse.
Sulla pelle ancora bagnata, applico poi la Crema detergente Dr.Hauschka (se riesco due volte al giorno, oppure solo la sera) che ammorbidisce e fa sì che le impurità escano piano piano, con un peeling quotidiano ma delicatissimo (quando uso la crema detergente quotidianamente, settimanalmente non faccio alcun tipo di pulizia più profonda, né scrub né maschere purificanti).
Tampono poi con un asciugamano, applico l'acqua floreale di Géranium e procedo con l'idratazione.
Mi trovo molto bene con questa skincare perché rende la pelle pulita, ma allo stesso tempo ben idratata. Mi piace molto la combinazione dell'olio lactée con la mousse: l'olio strucca bene e al tempo stesso lascia la pelle morbida, la mousse dà una sensazione di freschezza e pulizia. Sono entrambi prodotti molto delicati che vanno bene sia sul viso che sugli occhi. Non sono neanche troppo costosi e soprattutto durano tanto. La crema detergente completa la pulizia, soprattutto la sera.


Idratare
La mattina ho usato la crema Ainy Ame replendissante, che è idratante e antiage ma per nulla grassa; la sera applico, su pelle umida, l'olio Précise di Douces Angevines che è un riequilibrante, perché ho avuto un po' di brufoletti da ciclo. Sono due prodotti un po' costosi, ma che durano parecchio, infatti li sto ancora usando da gennaio.
A febbraio, poiché volevo provare un prodotto specifico per pelli asfittiche, ho introdotto prima dell'Ame replendissante, lo Jalus fluido di Fitocose che però ho abbandonato perché non mi ci sono trovata per niente bene, mi ha seccato moltissimo la pelle, nonostante dopo applicassi l'idratante, al punto che la sera, ho sospeso l'olio Précise e sono tornata ad un ciclo di gocce N.

Base trucco
Ho usato il fondo minerale della UNE, mi ci sono trovata bene. La colorazione è perfetta per la mia pelle chiara dal sottotono caldo, lo uso da bagnato. Ha un medio effetto coprente e dura abbastanza.
Una confezione mi è durata praticamente fino ad adesso, infatti ora sto usando il Flat perfection della Neve Cosmetics perché volevo qualcosa di più leggero, simile ad una cipria e di più rapida applicazione, essendo un fondo minerale compatto.

2 commenti

  1. Come ti trovi con il trucco minerale?
    Lo consiglieresti a chi come me ha la pelle mista, sono molto curiosa, soprattutto perchè lo vorrei provare, ma devo farmi coraggio

    RispondiElimina
  2. Assolutamente sì! Per la pelle mista è l'ideale, ma dipende che effetto vuoi e come curi "sotto" la pelle.

    RispondiElimina