Pelle asfittica (2012)

Allora avrei voluto iniziare questo post chiamandolo "dermatite seborroica, ma alla fine della lettura capirete perché ho poi scelto quest'altro titolo.
Sono più di dieci anni che soffro di dermatite seborroica sul viso, o almeno così mi è stato diagnosticato. Dicono che sia una patologia cronica, cioè non si guarisce, ci si fa i conti tra alti e bassi.
Solitamente per dermatite seborroica si intende la forfora sui capelli, ma sul visto è cosa ben diversa: una pelle  "né grassa né secca e sia grassa che secca" (come la definisco io), sensibilissima,  a volte si squama, ma al tempo stesso è oleosa e presenta chiazze rosse, punti neri e brufoletti sotto pelle.

Penso di aver provato tutto quello che ci sia in commercio per combatterla, ho cambiato vari dermatologi (non c'è pomata farmacologica che non abbia provato), fatto analisi del sangue, purghe etc. L'unica cosa alla quale non ho ceduto è prendere farmaci per bocca.
Ho provato di tutto, compresi pellegrinaggi alle Terme, l'unico posto dove la mia pelle torna un po' a vivere, e pastoni naturali di erbe fai da te.
C'è  poi chi dice sole sì che asciuga, c'è chi dice sole no perché macchia: l'estate il sole lo prendo, la pelle sta meglio, ma divento una specie di leopardo a chiazze.

Mi sono fatta una cultura! Eritromicina al 3%, Benzoic, Kelual, Biolacin, Zerinit, Retin A, Nemalin e chi più ne ha più ne metta! Prodotti poi fondamentalmente per pelli con acne, e via ad esfloliare, esfoliare, esfloriare, dicono per "rigenerare"!
Sicuramente le regole di  base sono chiare e valide in ogni caso:
-non toccarsi il viso
-fare un'alimentazione sana e ricca di frutta e verdura
-cercare di stressarsi poco (ma del resto c'è chi somatizza con la gastrite e chi con la dermatite)
-struccarsi bene la sera, magari con delle spugnette bagnate anziché il cotone che irrita (la prova del nove è non ritrovarsi con l'asciugamano sporco quando ci si asciuga il viso).
Miglioramenti? Sì un pochino...ma a fasi alterne. Tanti punti neri ché poi se fai scrub ti spelli e sotto restano. Sono passata ad Avène, Roche Posay, Darphin, Skyceuticals etc. perché la mia pelle già sensibile di suo è diventata ancora più fragile e sottile: tanti soldi, un po' di sollievo, nessuna svolta reale. Ogni farmacista che mi consigliava la lista della spesa sembrava la panacea: tornavo a casa contenta, con il mio pacchetto in mano, convinta che fosse la volta buona. "Eh sì questa ha ragione,  la mia pelle è sensibile e ha bisogno di idratazione", "Eh sì quest'altra ha ragione, la mia pelle è mista, devo fare scrub e non ungerla troppo" e via dicendo, tutto il contrario di tutto.
E io intanto, lo ammetto, non vedendo miglioramenti, continuavo a torturarmi la pelle...
Poi la svolta è venuta quando ho preso un fondotinta Mac, ho iniziato a truccarmi e mi sono riempita di bolle sottopelle, di squame: la dermatite tenuta per lo meno a bada da alcuni prodotti, è riesplosa sotto i silicati del 'cerone' da professionista!
Iniziando a frequentare blog e video sul trucco mi sono imbattuta anche in chi fa uso di prodotti ecobio....e siccome già sul cibo ho iniziato, per cause di forza maggiore (vedi allergie), ad interessarmi a questo mondo, ho iniziato a farlo anche per quanto riguarda la cosmesi.
Mi sono affidata ad un'estetista esperta in una marca di questi tipi di prodotti e ho scoperto che la mia pelle, in realtà, è diventata asfittica:  ovvero io ho una pelle secca che è stata talmente denutrita (o ipernutrita) da iperprodurre sebo e difendersi impazzita. Con mio stupore, la mia nuova estetista mi ha dato pochi prodotti di pulizia e soprattutto una maschera idratante potente, non mi ha dato tonico e neanche acqua termale e mi ha prescritto la maschera la mattina (in modo da lasciarne l'ultimo velo sul viso prima di truccarmi).
Ho ovviamente eliminato fondotinta, BB cream, creme colorate con schifezze dentro (compresa la crema colorata dell'Erbolario che mi piaceva tanto come effetto, ma poi sotto la pelle come stava?) e mi sto sforzando di non toccarmi la pelle e neanche i punti neri. Sono dieci giorni che faccio questa routine quotidiana
mattina: latte detergente  e crema idratante (o maschera da tenere almeno 15 minuti)
sera: latte detergente e gocce idratanti
Tutti prodotti dall'INCI (ovvero, la "composizione") impeccabile!
L'obiettivo è cercare di ispessire un po' la mia pelle che oramai non ha più il film idrolipidico.
Ovviamente sono spuntati fuori una marea di punti neri, ma dice che è normale: la mia pelle sta "spurgando" e le schifezze che ci sono sotto stanno venendo in superficie.
Devo resistere, non li devo toccare....Incrociamo le dita :-)


5 commenti

  1. Potresti dirmi la marca dei prodotti che usi,dove reperirli e se hanno funzionato?grazie..credo di avere il tuo stesso problema

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Moira, se ti interessa, sto riprendendo in mano il blog e scrivendo qualche esperienza personale :-)

      Elimina
  2. Io sto passando i guai con quella della garnier, la riciclerò per qualche lavoro di mixed media, non ti dico quello che mi ha combinato! L'erbolario secondo me è il ritrovo dello schifus, non c'è ne una che me ne va bene, non mi ci vedono più, la pelle da mista si è trasformata in pelle squamata, con pruriti, arrossamenti, e fronte più secca del secco, sto cercando anche io una routine bio.....devo resistere

    RispondiElimina
  3. Ciao cara, grazie a questo post ho avuto la conferma di avere la pelle asfittica come la tua. Anche a me una dermatologa anni fa aveva diagnosticato la dermatite seborroica e una lieve forma di acne ma dopo avermi fatto spendere più di 150 euro tra creme e prodotti la mia pelle ha iniziato a cadere a pezzi (nel vero senso del termine) e per compensare al disastro che aveva fatto mi disse di fermare assolutamente quella cura e di lavare il viso solo con acqua termale e usare una crema super idratante. Da allora ho chiuso con i dermatologi! La mia pelle è eccessivamente sensibile e delicata, tira quando la lavo ma se metto una crema troppo grassa inizia ad ustionarsi da sola mentre le creme non abbastanza ricche sono troppo leggere. La pelle si screpola intorno alla bocca ma presenta punti neri sul naso, pori dilatati sulle guance e fronte che tende a lucidarsi facilmente. Raramente ho qualche brufolo perché faccio uno stile di vita molto sano e uso solo prodotti bio, solo così riesco un po' a tenerla a bada ma nonostante faccio tutto quello che hai scritto continua ad essere ingestibile. Mi sono rassegnata al fatto che questo tipo di pelle è sicuramente la più difficile da gestire se non impossibile. Semmai leggerai questo commento visto che il post non è recente, che prodotti mi consigli? Credo di aver provato tutte le creme bio in commercio e ancora nessuna mi soddisfa abbastanza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao cara ti capisco. Forse, come spiego in altri post (leggi qui: http://esidaruc.blogspot.it/search/label/cura%20della%20pelle ) dovresti indagare anche lo stato del tuo organismo, se magari non hai allergie etc. In ogni caso se tratti una pelle asfittica con pochi prodotti, cercando di curarla come fosse semplicemente sensibile, con il tempo e la pazienza pian piano ritroverà equilibrio, fidati! L'importante è non cambiare spesso i prodotti, lasciarla il più a riposo possibile, scegliere poche cose ma adatte. In bocca al lupo.

      Elimina